Perchè evitare le sanificazioni ad Ozono

Quello che prevalentemente viene proposto oggi per effettuare una Sanificazione è il metodo ad Ozono. Va evidenziato il fatto che questa tipologia di sanificazione ha un'efficacia immediata per l'aria e le superfici, ma che nel giro di poche ore diventa inefficace per il semplice fatto che l'area in oggetto si ricontamina costantemente. L'unica Sanificazione efficacie è una sanificazione costante h24, 7 giorni su 7. Un' altra controindicazione è dovuta al fatto che l'ambiente da sanificare debba essere lasciato dagli occupanti per tutta la durata del trattamento. Purtroppo una volta rientrati all'interno dell'abitazione o della propria azienda si è sottoposti all'inalazione di particelle di Ozono gravemente dannose per il nostro organismo. 

I ricercatori stanno studiando gli effetti dell´ozono da diversi anni; a tutt´oggi, essi hanno dimostrato che l´ozono provoca vari tipi di effetti a carico delle vie respiratorie:

L´ozono può irritare il sistema respiratorio.
Quando succede si può cominciare a tossire, sentire un senso di irritazione in gola e nei polmoni. Questi sintomi possono continuare per alcune ore dopo una esposizione ad alti livelli di ozono e possono essere anche dolorosi.

L´ozono può ridurre la funzione polmonare.
Significa che diminuisce la quantità di aria che si riesce a respirare. L´ozono può rendere più difficile respirare profondamente, e se si sta facendo una attività faticosa all´aperto ci si rende conto di respirare più in fretta e meno profondamente che di norma.

L´ozono può aggravare l´asma e altre patologie respiratorie.
Quando i livelli di ozono sono alti, diventa più probabile che gli asmatici possano avere un attacco, che richiede un uso di farmaci o una visita medica. Infatti l´ozono rende gli asmatici più sensibili agli allergeni che scatenano l´attacco. Inoltre gli asmatici sono più sensibili alla riduzione della funzione polmonare e all´irritazione che l´ozono provoca nel sistema respiratorio. L´ozono può aggravare le malattie croniche del polmone, quali enfisemi e bronchiti.

L´ozono può provocare l´infiammazione del sottile strato di cellule che riveste le vie respiratorie.
Questo effetto è stato paragonato a quello di una scottatura da raggi solari sulla pelle. Si determina un danno sulle cellule e in pochi giorni quelle danneggiate sono rimpiazzate e vi è una esfoliazione come per la pelle dopo una scottatura solare. Se succede frequentemente vi possono essere dei danni a lungo termine, con una riduzione della qualità della vita.

Altri effetti sulla salute
Alcuni studi su animali hanno suggerito che l´ozono possa ridurre le capacità del sistema immunitario a combattere le infezioni dell´albero respiratorio.

La maggior parte di questi effetti sono considerati a breve termine e cessano una volta che gli individui non sono più esposti a elevati livelli di ozono. Ci si preoccupa però che danni derivati da ripetute esposizioni di breve durata possano portare a cambiamenti permanenti del polmone. Per esempio, ripetute esposizioni all´ozono dei polmoni in fase di sviluppo dei bambini possono portare ad una riduzione della funzione polmonare una volta adulti. Inoltre, l´esposizione ad ozono può accelerare il naturale processo di invecchiamento della funzione polmonare.

Descrizione dei sintomi riscontrabili, a cura del Servizio di Sanità pubblica della Regione Emilia-Romagna e con la collaborazione dei Dipartimenti di Sanità pubblica delle Aziende Usl.

fonte originale Arpae Emilia-Romagna



© 2020 SPACE TECHNOLOGY CARPI - Concessionaria Autorizzata Vitha Group Spa